Canottieri Belluno – Futsal Atesina 2-1

Ninetto 24 novembre 2019 0
Canottieri Belluno – Futsal Atesina 2-1

Canottieri: Del Prete, Brancher, Godson, Chaoui, Savi, Reolon, Dall’Ò, Dal Farra, De Battista, Di Donato, Rotta, Dalla Libera.  All: Alessio Bortolini

Atesina: Vanin, Stech, Serena, Fraccaroli, Salvador, Hillali, Manarin, Bazzanella, Scarduelli, Nussbaumer, Degasperi, Pergher.  All: Roberto Vanin

Arbitri: Briguglio di Brescia, Acella di Macerata. Crono D’Andrea di Mestre.

Reti: PT 7’03 Serena.  ST 5′ 02 dal Farra (BL), 19’55 Reolon (BL).

Note: Ammoniti Rotta e Savi per Belluno; Bazzanella e Manarin per Atesina. 

foto©AndreaDallaLibera

Partite così non finiscono neanche al quarantesimo: o quasi, e il Belluno caduto con l’onore della armi all’ultimo secondo del derby oggi porta a casa i sei punti a un attimo dalla sirena. Ricapitoliamo: entra in partita Vanin, siamo al terzo, una percussione di Savi a destra frutta un corner destinazione Brancher, girata e via, fuoco alle polveri. Un’uscita non ortodossa dello stesso Savi omaggia un rendezvous Bazzanella-Del Prete, ed entra in partita anche l’estremo di casa. Quarto: Degasperi vede bene Del Prete occupato fuori dai pali, meno bene l’angolino alto, in ripartenza però rischia di far male la coppia con la erre Rotta-Reolon. Ancora Rotta per Reolon, che si gira benissimo ma spara sulla sagoma di Vanin. Fronte Del Prete, volo plastico a tirar via la girata di Salvador assistenza Stech. La prossima comunicazione ospite sarà però fatale: Manarin (tra i migliori in campo) per Serena che soffre visibilmente di solitudine sul secondo palo, uno a zero Atesina. Manarin intercetta il dialogo diversamente esiziale tra Dal Farra e Reolon, siamo al decimo, numero dello stesso Dal Farra di lì a pochi secondi, la sua conclusione all’altezza del secondo palo scorre sul fondo. Entra Chaoui, e buoni minuti per lui: consegna per Brancher, anche lui affezionato alla sagoma di Vanin. Dodicesimo: gioco a due Savi-Reolon, con la punta del piede Vanin in corner, dall’angolo cannoneggia il capitano, bene ma alto. Brancher, altro eroe di questa disfida, al tredicesimo fa tutto ma davvero tutto benissimo, la sua conclusione è a colpo sicuro al sette, finisce all’otto basso. Savi: fuori. Reolon: fuori. Sembra una maledizione, la gabbia ospite. A ragion veduta al diciottesimo, clamoroso: Reolon sul secondo palo giusta per Savi, tra lui e Vanin la palla resta là. Ripresa: conclude Fraccaroli dalla sinistra, pericolo dal corner Bazzanella per Salvador, scampata bella. Reolon-Savi-Brancher convolano dalle parti di Vanin, i respingenti nel flipper davanti alla gabbia mandano indietro di tutto, Dal Farra è visibilmente scocciato e al quinto con una conclusione al curaro supera finalmente Vanin. Uno pari, e tira un bel sospiro il popolo Canottieri. Canottieri che cercherà fino al termine i tre punti, l’ Atesina avrà  buonissime occasioni per fare suo il match: ultimo quarto a campo, e viso, aperto. Dal Farra per De Battista, quasi, Salvador e Fraccaroli, contra Dal Farra. Proprio sul decimo, Reolon sul secondo palo per Brancher, a parti invertite avranno fortuna, ma più avanti. Intanto c’è Dal Farra, che cerca il colpo da biliardo, palla che si spegne dalle parti del palo, dall’altra parte è Del Prete a dire di no al possibile nuovo vantaggio Atesina, la sua deviazione esce di poco sul fondo. Ancora Del Prete decisivo sul duevsuno ospite, esattamente all’undici e quaranta, e su Manarin, istinto da campione che annulla la bomba in diagonale del bolzanino. C’è più Atesina, adesso: se ne accorge Rotta, che anticipa con brivido spedendola sul palo ma evitando probabilmente guai peggiori al quattordicesimo, dal corner la palla arriva a Degasperi, gran botta e legno dalle parti dell’incrocio. Ci riprovano Reolon e Savi, dal corner, il tiro di quest’ultimo trova un Vanin prontissimo. Ancora Savi, va via come una biscia in slot centrale, gran palla per Dal Farra, occasionissima, alta. Bortolini guarda i suoi e l’orologio: casacca a Savi, Brancher a meno trenta, Vanin super. Meno cinque: Brancher galoppa a destra e assiste davanti alla gabbia Reolon, con tutta la grinta che ha in corpo il capitano caccia dentro il gol che vale, oggi, davvero tanto. Canottieri batte Atesina due a uno. 

Leave A Response »