Canottieri Belluno – Hellas Verona 3-4

Ninetto 13 gennaio 2021 0
Canottieri Belluno – Hellas Verona 3-4

Canottieri: Dalla Libera, Di Donato, Dall’Ò, Rotta, Savi, Reolon, Gheno, Dal Farra, Orsi, Juan Moreno, Bortolini, Del Prete.  All: Alessio Bortolini

Hellas: Kleber, Dal Corso, Gyedu, Tirapo Sanz, Ziberi, Amoroso, Manzali, Carone, Buonanno, Yabre, Donin, Renier.  All: Pino Milella

Arbitri: Baldo di Conegliano, Di Filippo di Treviso. Crono volpato di Castelfranco. 

Reti: PT 12′ 35 Orsi (BL).  ST 5’02 Manzali, 7′ 28 Juan Moreno (BL), 11’00 Savi (BL), 12′ 02 Sanz, 15′ 06 Manzali, 19′ 20 Sanz. 

Note: Ammoniti Gheno, Savi e Juan Moreno per Belluno; Dal Corso per Verona. 

Al via, quintetti con defezioni: le solite, croniche, per la Canottieri, BrancherNessenziaChaoui, dall’altra manca Leleco, tra i migliori giocatori di questo campionato. La prima conclusione è di Savi, alta, risponde parimenti Dal Corso. Quarto, Manzali va via a Reolon, punta fuorispecchio, il capitano bellunese impegna un paio di volte Kleber. Prima vera occasione del match: capita sulla testa di Amoroso, che non trova la porta sul missile di Sanz. Decimo, in slot centrale buona progressione di Buonanno, Sanz dalla distanza impegna Dalla Libera. Nono: fallo su Dal Farra, punizione da discreta mattonella, Juan Moreno, deviato in angolo; dal corner pasticcio bellunese a cui lo stesso Juan Moreno pone rimedio a costo di un giallo. Occasione d’oro, ancora per il Verona: Sanz sottoporta, conclusione sporca, Reolon salva sulla riga. Dodicesimo: si strappa Yabre, l’ex capitano dell’Altamarca non rientrerà più in partita. Dodicesimo: Reolon scippa palla a Sanz, assiste perfettamente Orsi che sigla l’uno a zero. Quindicesimo: Savi accende tutto per Rotta, la sua bella palla sotto supera Cleber ma finisce sul palo. C’è più Canottieri, adesso, che recupera palloni con buon piglio, Gheno in ripartenza, c’è sempre Cleber, prima della sirena un inciampo di capitan Buonanno lascia spazio a Savi, sul fondo; sull’ultimo giro di lancette, fortunata la Canottieri che quasi quasi consegna su un piatto d’oro il pareggio agli scaligeri, ci si infila nel tunnel della Spes sull’uno a zero. Ripresa: dopo un minuto e mezzo Dalla Libera in uscita su Donin, poco dopo una genialata di Juan Moreno a centrocampo innesta una buona transizione, palla che passa per Dal Farra e libera al tiro Savi, che va deciso ma alto. Può raddoppiare, la Canottieri, l’occasione è nitida: leggerezza di Sanz, che innesca Juan Moreno a tu per tu con Kleber che respinge, si rifà Sanz, dall’altra gabbia, all’ultimo una deviazione tra Reolon e Dalla Libera blocca tutto. Bene Belluno: e un’altra chiara occasione da gol capita a Gheno, di rebound sul tiro di Rotta deviato da Cleber, che sulla conclusione sottomisura dell’ultimo arrivato in biancoblù performa un mezzo miracolo d’istinto. Belluno, tutto ok? No, perché Manzali, sul taglio di Dal Corso, con una rasoiata dalla sinistra pareggia i conti, siamo al quinto. Juan Moreno si accende e riporta avanti i suoi, su punizione all’undicesimo Savi dalla destra incrocia il tre a uno. Sanz però manda un messaggio chiarissimo, un minuto dopo, alla Canottieri, nel caso quest’ultima avesse pensato anche solo per un attimo di avercela fatta: conclusione balistica dalla distanza, deviata, niente da fare per Dalla Libera, due a tre. Ed è sempre Sanz a trovare l’imbucata giusta per Manzali, che di tacco gira dentro il gol del pareggio. Capitan Reolon chiede ai suoi di mantenere la calma, cerca di risolverla con una bella puntata, fuori di niente. Dal Farra combatte, in mezzo a tre al diciassettesimo, non trova la palla giusta per Juan. Verona, solo Verona adesso: Sanz, a quaranta secondi da un giusto pareggio, fa fruttare il lavoro di grinta e di carattere di bomber Amoroso: Hellas Verona batte Canottieri 4 a 3.

Leave A Response »