Canottieri Belluno – Olympia Rovereto 4-2

Ninetto 12 dicembre 2020 Commenti disabilitati su Canottieri Belluno – Olympia Rovereto 4-2
Canottieri Belluno – Olympia Rovereto 4-2

Canottieri: Dalla Libera, Di Donato, Dall’Ò, Rotta, Savi, Reolon, Vettorel, Dal Farra, Orsi, Moreno, Bortolini, Del Prete.  All: Alessio Bortolini

Olympia: Tita, Cristel, Salvador, Moufakir, Marisa, Frisenna, Tenca, Granello, Bazzanella, Pupuleku, Simoncelli, Ninz.  All: Massimo Cristel 

Arbitre: De Giorgi di Modena, Zavanelli di Parma e Piccolo di Padova. 

Reti:  PT 8′ 43  Salvador (OR), 15′ 23 Moreno, 19′ 44 Dal Farra.  ST 9′ 24 Reolon, 9′ 43 Orsi, 17’00 Frisenna (OR). 

Note: Ammoniti Bortolini per Belluno; Cristel e Simoncelli per Rovereto. Al decimo della ripresa espulso Bortolini per somma di ammonizioni. 

 

Match equilibrato alla Spes: allunga la Canottieri all’alba dell’ultimo quarto con l’uno-due firmato Reolon-Orsi più che perentorio. Partono meglio gli ospiti: Bazzanella gran botta, la salva in corner Dalla Libera. Pochi secondi, e l’occasione dorata è ancora per Bazzanella, gliela para capitan Reolon. Buona l’occasione per il vantaggio ospite pure al quinto: corner di Frisenna, Salvador la alza troppo sottoporta. Sicchè Tita vivacchia, dall’altra parte, e fino al sesto ( Dal Farra da estrema destra del fronte d’attacco biancoblù) non entra in partita. Dall’angolo seguente però son quasi dolori, perchè lo scambio Reolon-Moreno per poco non frutta l’uno a zero.  Sempre Tita, siamo al settimo, esce con buon tempismo ad anticipare Moreno, e Reolon per poco non lo inchioda dalla mediana.  Quasi nono: Frisenna e Salvador fotocopiano l’azione del quinto minuto, stavolta l’esito è differente, zero a uno. Alza il ritmo Bortolini, e le combinazioni bellunesi cominciano a far perdere la bussola ai ragazzi di Cristel: Tita con gambale su Moreno, al tredicesimo Savi fa tremare la traversa. Dalla Libera sbroglia su Simoncelli, siamo al quindicesimo, e sulla ripartenza Orsi mette la palla giusta per Moreno che pareggia. Diciottesimo: Bortolini legge Marisa, stop e tiro al volo, Tita c’è ma anche il giovanissimo nipote d’arte. Tenca, scatenato al diciottesimo ma fermato prima della conclusione, pochi secondi alla sirena, sviluppi di una rimessa laterale architettata da Savi, sulla respinta di schiena di Salvador Dal Farra rebaunda e consegna al tunnel il vantaggio dei padroni di casa. Accusa il colpo, il Rovereto, che nella ripresa non ritroverà parte del buon smalto messo in campo nei primi venti.  Rotta e Dal Farra ad opporsi alla doppia conclusione di Frisenna, Juan Moreno mette il turbo a sinistra e a destra, Dal Farra al quarto supera Marisa ma all’ultimo è recuperato da Frisenna. Reolon per Moreno, al quinto, sulla sagoma di Tita. Savi per Reolon, due minuti dopo, ancora Tita. Azione di gran pregio al settimo: Reolon per Savi, tacco di Savi per Dall’Ò, rasoiata sul palo interno. Ma c’è più Canottieri adesso, e poco prima dell’ultimo quarto i bellunesi chiudono mezza pratica: prima Reolon, che va via sulla sinistra e incastra un diagonale al sette basso, poi Orsi che insacca dal corner battuto velocissimo da Savi: quattro a uno, match forse chiuso. Forse perchè una mano di Bortolini viene punita con giallo, ma è il secondo e quindi espulsione e powerplay Rovereto: ed è qui che la vince, la Canottieri, tetragona dietro, solida nei suoi Rotta e Dal Farra, pugnaci forever. Anzi, starebbe per fare il cinque a uno, Juan Moreno, sul lancio perfetto di Rotta. Sul tapin di Simoncelli alla respinta di Dall’Ò Del Prete è reattivo al solito, il Rovereto a testa bassa, occasione sotto porta per Marisa sempre al quattordicesimo. Di lì a non molto Cristel manda di movimento Moufakir: occasione ghiotta davanti alla gabbia sull’asse Bazzanella-Frisenna, al diciassettesimo arriva il gol di punta firmato da quest’ultimo. Mancherebbero tre minuti, le occasioni ci saranno, nondimeno la Canottieri impressiona per compattezza. Ci vuole un guizzo di Del Prete a negare il gol a Tenca, ci vorrà Rotta, determinante al diciottesimo su Frisenna. Ma finisce com’è, quattro a due. Cinque risultati utilissimi consecutivi per la Canottieri: per un inizio di stagione così occorre andare indietro, ai tempi d’oro. E chissà. 

I commenti sono chiusi.