Canottieri Belluno – Padova 3-2

Ninetto 17 ottobre 2021 2
Canottieri Belluno – Padova 3-2

Belluno: Dalla Libera, Di Donato, Robinho, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, De Battista, Gheno, Dall’Ò, Bardini, Bortolini, Salvador.  All: Alessio Bortolini

Padova: Feverati, Varotto, Paulino Cabral, Tumiatti, Zanin, Simonetti, Colledan, Lucca, Manzali, Zanardo, Yabre, Mingardo.  All: Simone Zanella

Arbitri: Copat di Pordenone, Bontorin di Bassano. Crono Casagrande di Conegliano. 

Reti: PT 10′ 49 Manzali (PD). ST 3′ 34 Gheno, 12′ 19 Yabre (PD), 19′ 31 Yabre (PD)(aut), 19′ 55 Gheno. 

Note: ammoniti i dirigenti Calvi (BL) e Carraro (PD). Per il Belluno, Dal Farra e Bortolini, per il Padova Simonetti e Cabral. 

 

foto©GaetanoCaberlotto

 

Vuole vincerla, e la vince alla fine, e proprio alla fine, mister Bortolini: al termine di un bel match, divertente soprattutto nella ripresa dove ne succedono di tanti colori.  In viola inedito griffato Sari startappa il 2003 Dall’Ò in quintetto base, ed è lui a mettere la firma su un bel diagonale dopo un paio di minuti, risponde Manzali contrato by Dal Farra. Avrebbe una palla, clamorosa, per il vantaggio, Dall’Ò: gliela serve col fiocco Reolon, super Feverati, dal corner Gheno,  c’è più Canottieri alla Spes in questo inizio. Quarto, bello spunto di Zanardo, ma poi ancora il colore viola a far mucchio davanti alla gabbia ospite, Gheno e Reolon, doppio Feverati. Ottima la boccia messa in mezzo da Dal Farra all’ottavo, anticipato Reolon, altrettanto bella a seguire quella di Simonetti per Yabre. Arbitraggio britannico, il match sale di agonismo. Minuto quasi undici, e magia di Manzali, imprendibile la serpentina di Arrepiu, uno a zero Padova. Scossa la Canottieri, che rischia il raddoppio: c’è qui a sinistra Paulino Cabral bello libero, diagonale soffice di poco sul fondo. Occasione anche per il pareggio Canottieri: cade al quattordicesimo, affondo imperioso di Bortolini, poi Gheno da sinistra sul secondo palo per Reolon, che arriva un millesimo in ritardo. Al quindicesimo Colledan impegna sul suo palo Dalla Libera. Al diciasettesimo conclusione di Reolon insidiosa, in spaccata l’estremo ospite, impegnato poi ancora da Gheno, man the match della disfida. La Canottieri cerca il pareggio sul finire di tempo, se ne accorge Zanella che chiede ai suoi di salire, vantaggio Padova consegnato al tunnel della Spes. Ripresa: ancora Dall’Ò ad aprire le danze, Reolon prova da sinistra ma Feverati non fa una piega. Tocca a Gheno fabbricare il pareggio, meritato: conclusione balistica da fuori, incrocio interno e gol.  Squadre che si affrontano a viso aperto: Reolon anticipa Dalla Libera ma soprattutto Cabral, che al decimo ritenta lo scavo, alto. All’undicesimo Bortolini spende bene un giallo per fermare Yabre che quando è lanciato in velocità è davvero un treno. Dalla Libera ok su Manzali, ma è solo il prologo del gol: ripartenza Padova, sempre Manzali, respinge Dalla Libera, Yabre arriva appunto come un treno,  spacca la porta e fa due a uno. Dalla Libera, siamo quasi al quindicesimo, è bravo a impacchettare la girata di Manzali con Zanardo in agguato, Bortolini e Moi, mancano quattro minuti, dalla panchina mandano dentro Robinho di movimento, che di lì a poco ha la possibilità di tapinare il pareggio. Manzali avrebbe la luce sufficiente al diciottesimo per infilare la gabbia vuota, gran sollievo sugli spalti tifati Canottieri. Anche De Battista nel movimento bellunese, a cercar di manovrare palle più veloci: occasionissimissima Gheno-Reolon a settanta secondi dalla sirena. Poi succede tutto negli ultimi trenta secondi: Tocca a Yabre di deviare alle spalle di Feverati la palla in mezzo di Gheno; poi tocca a Gheno di inventarsi a cinque secondi dalla fine il definitivo tre a due che manda in estasi la Spes.

2 Comments »

  1. zanzibar 18 ottobre 2021 alle 2:03 pm - Reply

    grandi e basta

  2. ROBSON FERNANDES FERNANDES 20 ottobre 2021 alle 2:07 am - Reply

    Senscional

Leave A Response »