Città di Thiene – Giesse Canottieri BL 3-1

Ninetto 10 marzo 2018 Commenti disabilitati su Città di Thiene – Giesse Canottieri BL 3-1
Città di Thiene – Giesse Canottieri BL 3-1

Thiene: Borgo, Deuner, Moro, Terzo, D.Sanchez, C. Sanchez, Zuccon, Boulahjar, Maculan,Keric.  All: Gulizia

Belluno: Del Prete, Brancher, Sitran, Chaoui, Savi, Reolon, Nessenzia, Boso, De Battista, Berti, Mati Florez, Salvador.  All: Bortolini

Arbitri: Biondo di Varese, Amedeo di Reggio Calabria. Crono Mezzarobba di Conegliano.

Reti: PT 12′ 34 Zuccon, 13′ 57 Brancher (aut).  ST  1’58 Berti (BL), 14′ 04 Moro.

Note: al minuto 18’50 della ripresa espulso  Boso per fallo da ultimo uomo. 

 

foto © Andrea Benedetti Vallenari

 

Più Thiene primo tempo. Si accende la Canottieri ad inizio ripresa, ma non basta, vincono meritatamente gli uomini di Gulizia.  Per Bortolini startappano  Del Prete-Reolon-Mati Florez-Sitran e Berti. Subito Thiene: davvero per poco non finalizza sull’asse Zuccon-Dereck Sanchez, rendono la pariglia Mati Florez e Berti che all’ultimo non trova un buon controllo. Così al quarto: al tiro Berti pronto Borgo, su Zuccon Del Prete. E’ Del Prete ad essere determinante al quinto quando esce e chiude bottega a Dereck Sanchez, l’otto di casa  al sesto sembra aver superato Sitran qui sotto a sinistra ed invece il bellunese ha un bel recupero. Pallino in mano al Thiene, Belluno fatica a farsi vedere dalle parti della gabbia thienese: dalla distanza è invece Terzo ad impegnare a terra Del Prete, all’undicesimo  risolutivo è Chaoui che intercetta sul taglio di Boulahjar. Prova la sua bombarda Brancher, al rientro dall’infortunio, all’undicesimo ma non va. Tampona Del Prete su Deuner servito a centro area da Zuccon: ed è il dieci vicentino, vero motore di questo quintetto, qualche secondo dopo ad infilare post-chicane di giustezza all’angolino basso.  E quasi quasi raddoppia immediatamente il Dereck dei Sanchez, sul fortuito intercetto dalla palla al centro.  Si smuove dal sonnolento pomeriggio berico la squadra in maglia biancoblù: Sitran in progressione a destra, tra Florez sul secondo e il tiro sul primo palo propende per quest’ultimo, facile per Borgo. Minuto quasi quattordici: L’anticipo di Brancher in scivolata ad anticipare Sanchez costa l’autogol, Thiene 2.  La prima azione bellica ben congegnata per i ragazzi di Bortolini s’imbastisce al quindicesimo, e davvero benissimo: imbucata Florez per Reolon, suolata in direzione Nessenzia murato all’ultimo. Per quanto poco la reazione bellunese rende belli e concitati gli ultimi minuti del primo tempo. Nessenzia in recupero difensivo innesca una bella ripartenza che trasmette bene fino a Berti, annullato davanti alla gabbia. Cerca allora con un tiro da fuori, Nessenzia, e all’angolo basso ci va vicino: non succede niente, ma c’è un pò di luce per gli uomini di Reolon. E così è: la ripresa ha un altro approccio per i bellunesi, subito si libera al tiro Berti, ed è ancora bravo Borgo, poi Berti in rete ci va lo stesso, sull’assist giustissimo di Reolon: neanche due minuti di ripresa, bene il Belluno. Occasioni per Sitran al terzo, al quarto ancora benissimo congegnata dal corner di Mati Florez la trasmissione per Sitran che dà indietro a liberare al tiro Reolon, vola Borgo e caccia via. In contropiede, adesso, il Thiene: si sa che prima o poi da lì arriverà il gol capace di chiudere il match. Si spera per i bellunesi che, prima, arrivi il gol del pareggio. Minuto sette, Terzo a tu per tu con Del Prete, esterno rete. Undicesimo, come avrebbe detto niccoloccarosio quasi gol: gustosa la palla in mezzo di Mati Florez, Berti sbaglia la girata, boccia sul fondo. C’è più Belluno, adesso: Del Prete incita i suoi, la sfera staziona al di là della sua metàcampo finchè  Moro finalizza il contropiede fruttifero del 3 a 1. Mancherebbero ancora sei minuti, Mati Florez si fa un uno-due con Reolon su tutta la fascia destra, non si vede molto altro. Boso di movimento, dal diciassettesimo, i pericoli arrivano più spesso davanti alla gabbia ex Del Prete: tant’è che al diciottesimo il rosso va a Boso, costretto all’abbraccio fraterno sul solito Zuccon lanciato verso la porta vuota. C’è anche una traversa, sul finale, di Terzo: vince il Thiene, che ai playoff continua a credere. Per i Canottieri, una sconfitta che prende il colore affievolito  di questo finale un pò pallido per i ragazzi di Bortolini, al termine di una stagione a tratti esaltante.

I commenti sono chiusi.