Coppa Italia: Canottieri Belluno-Sedico 1-1

Ninetto 4 ottobre 2018 0
Coppa Italia: Canottieri Belluno-Sedico 1-1

Belluno: Alberto, Brancher, Sitran, Chaoui, Savi, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, Orsi, Mati Florez, LeCosta, Dalla Libera.  All: Bortolini

Sedico: De Longhi, Zanvettor, Dal Pont, Rossetto, Storti, El Johari, Spagnol, Bottega, Xavier, Crescenzo, Bonora, Viel.  All: Forato

Arbitri: Barracano, Tasca e Voltarel di Treviso. 

Reti: PT 14’49 Dos Santos.  ST 17′ 27 Nessenzia (BL). 

Note: Ammoniti Mati Florez per Belluno; Spagnol per Sedico. 

 

foto: © Dalla Libera

Pari e patta: il secondo atto della Coppa Italia per i biancoblù è il primo dei, minimo, tre derby stagionali tra la neopromossa Sedico e i Canottieri, sfida bellunese che si ripropone al palcoscenico della B a distanza di tredici anni. E finisce col segno classico dei derby, la ics, dopo un match risolto negli ultimi quarti di frazione da Dos Santos e Nessenzia. I primi “guantoni” impegnati sono quelli di Bonora su LeCosta, al quarto Brancher non arriva sul taglio letale di Reolon. Risponde parimenti Dos Santos, suggerimento a vuoto. Più Canottieri nei primissimi minuti: percussione di capitan Reolon, di piede Bonora, dal corner Nessenzia prova la stecca, va alta. Sedico, minuto tre e rotti: entra in scena Alberto, tra i migliori in campo, para su De Crescenzo e bissa dagli sviluppi del corner su Dos Santos, autore pure lui di una gran gara. La partita rimane tiepida, però: occorre attendere quasi il decimo per il primo fallo di serata, se ne incarica Rossetto su Dal Farra. Proprio quest’ultimo attenta, caracollando, da terra e coriaceo, alla gabbia ospite, in fascia destra Rossetto pare prendere le misure giuste a LeCosta. Occasione dalla piastrella buona per Bottega, prima del quattordicesimo, l’ex Villorba spara alto. Occasionissima, un minuto dopo, e non la spreca Dos Santos: la difesa bellunese gli consegna il pallone, il dieci Kanguro scava da campione su Alberto e sigla l’uno a zero. Rabbioso, LeCosta si fa la crociera in fascia sinistra, Bonora è pronto sul suo palo e reattivo sulla boccia bassa; tentano di combinare al volo Mati Florez e Sitran, alto. Alberto sistema tutto al diciassettesimo su un altra palla perduta nelle retrovie biancoblù, il primo tempo finisce qui.  Ripresa, e tra i pali Christian De Longhi, storico ex canottiere. Per sua fortuna la bomba tentata da Brancher passa ben lontana dai pali all’uno e cinquantadue, blocca a terra con disinvoltura la conclusione di Florez al quinto. Minuto sei, e molta Canottieri adesso: dal corner tra Reolon e Nessenzia esce una palla che parla da sola, ma nessuno è davanti allo specchio per spingerla in rete. Clamoroso dieci secondi dopo: tiro di Reolon, Mati è sulla traiettoria, la balistica non spiega come la palla non entri in porta. Siamo ancora qui, in un infuocato sesto minuto: l’uscita di De Longhi su LeCosta sembra di rigore ( così come sul finale dalle parti di Alberto), Dal Farra mette fuori l’assist giusto di Reolon al nono. Decimo spaccato, Alberto chiude tutto su Spagnol, Orsi anticipa provvidenzialmente El Johari a centro area.  Al quattordicesimo è Savi ad immolarsi su Dos Santos, il cinque da Soverzene al quindicesimo ruba palla e perna per Reolon, non trova luce il capitano. Bottega, occasionissima: sulla sfera in mezzo di Dos Santos gira di prima intenzione, fuori quel che bbasta. Mati Florez, non più col buco: quasi subito, Nessenzia riceve da Sitran sul palo giusto e al momento giusto pareggia giustamente i conti. Prova a vincerla, Bortolini, e lascia Mati al suo posto di movimento: l’argentino ha un match-ball, a dieci secondi dal termine il pericolo e dalle parti di Alberto, davvero prodigioso nell’annullare la conclusione a botta sicura di El Johari. Uno a uno, palla al centro: sabato 13, seconda di campionato, si replica alla Spes, sabato questo i BortoliniBoys stappano la season ad Imola. 

 

Leave A Response »