Diavoli – Canottieri Belluno 5-0

Ninetto 22 novembre 2015 Commenti disabilitati su Diavoli – Canottieri Belluno 5-0
Diavoli – Canottieri Belluno 5-0

Diavoli: Sartori, Ribeiro, Pavanetto, Dedè, Toso, Marulli, Cocchetto, Bellìa, Matheus, Bonotto.  All: Franceschini

Belluno: Del Prete, Brancher, Savi, Reolon, Orsi, Dal Farra, Capalbo, Zoldan, Boaretto, Gidoni, Boso, Zampieri.  All: Bortolini

Arbitri: Gandolfi di Parma, Sodano di Bologna.  Crono Pozzobon di Treviso.

Reti: PT 4′ 58 Cocchetto, 7′ 04 e 7′ 14 Marulli.   ST 4′ 32 e 14′ 19 Toso.

Note: Ammoniti Dal Farra per Belluno e Matheus per Trebaseleghe. Al 12′ 50 della ripresa espulso Dal Farra. 

Con i Diavoli di quest’anno c’è poco da scherzare: approccia bene il match il quintetto bortolinìaco, ma tra il quinto ed il settimo regala due minuti di stupidera, esaurendo poi le energie a disposizione cercando prima un gol che riapra, infine che bandieri il match. E’ atleticamente che i Diavoli appaiono superiori, e purtroppo anche nel piglio: rispetto al match vinto con il Vicenza, l’agonismo messo in campo dai Canottieri non consuma propriamente gli scalmi.

Partono Del Prete, Reolon, Capalbo, Boaretto e Orsi: all’ultimo Brancher è inchiodato alla panchina da problemi alla schiena. Squadre accorte nei primi minuti, la prima conclusione degna di nota è di Reolon al terzo, centrale per Sartori. Fa in tempo a volare sul tiro di Matheus Del Prete che quasi al quinto Cocchetto lo trafigge inesorabilmente. Stordito fuori misura il Belluno, di lì a pochissimo nel giro di diecisecondidieci Marulli, prima a tu per tu con Del Prete e poi da posizione ultradefilata viola la porta ospite e consegna il match al suo epilogo. Siamo al settimo, da qui alla fine della frazione i Canottieri produrranno il miglior gioco della loro partita: con bell’istinto Sartori al tredicesimo annulla la punizione ben battuta da Reolon, al quindicesimo le bocce che passano dalle parti di Capalbo e Gidoni sembrano destinate al fondo della rete. Sembrano: così non è, sul finale di tempo il risicato quintetto di casa sembra stanco, ma il Belluno non ne approfitta. Finisce qui la partita, perché nella ripresa quasi mai si renderanno pericolosi i biancoblù, sarà Del Prete a svolgere più lavoro del suo collega dirimpettaio. Il quattro a zero nasce da un’errore in attacco: ripartenza punitiva di Cocchetto che la mette lì a capitan Toso giusto da spingerla. Appare ai più eccessiva l’espulsione per somma d’ammonizioni comminata a Dal Farra al minuto tredici: nell’ultima manciata di secondi disponibili il power play Diavoli frutta un’ altra segnatura di Toso. Sul finale ci sarebbe spazio almeno per il gol della bandiera: Reolon, Boso, ancora Gidoni. Come dice il commentatore sciabolabile: non va.

I commenti sono chiusi.