Giesse Canottieri Belluno – Miti Vicinalis 1-2

Ninetto 3 marzo 2018 Commenti disabilitati su Giesse Canottieri Belluno – Miti Vicinalis 1-2
Giesse Canottieri Belluno – Miti Vicinalis 1-2

Canottieri: Del Prete, Sitran, De Battista, Savi, Reolon, Dal Farra, Boso, Berti, Nessenzia, Mati Florez, Chaoui, Salvador.  All: Alessio Bortolini

Miti: De Crescenzo, Zecchinello, Vidotto, Correa, Laino, Cescon, Cocchetto, Silvestrin, Mabchor, Paz, Stafa, Da Dalto.  All: Alessandro Peruzzetto

Arbitri: Cicchetti di Pordenone, Angelo di Monfalcone. Crono Kreso di Trieste.

Reti: PT 19′ 02 autogol Nessenzia (BL).  ST  6′ 19 Sitran (BL), 16′ 20 Paz.

Note: Ammoniti Dal Farra per Belluno; Zecchinello e Laino per Vicinalis. 

Foto ©Moreno Gioli

Primo tempo del Vicinalis, secondo tempo Canottieri: il pareggio ci stava, ma lo spagnolo Paz firma un gol d’autore a suggello del suo bel match. Subito, dalla distanza, il galiziano scalda Del Prete, già attivato dalla pericolosa deviazione di Cescon sul tiro di Laino: il portiere bellunese aveva risposto presentissimo con un grande riflesso. Sbotta dalla distanza anche Correa, rintuzza in corner l’estremo bellunese, poi subito di piede sul diagonale al cianuro di Paz. Minuto otto, tanto Miti: su Zecchinello tiene la posizione Del Prete e recupera Mati Florez, un minuto dopo con la punta delle dita Del Prete sul solito Paz. Canottieri, era ora! Berti, vola un bel po’ De Crescenzo. Minuto dodici, quasi gol degli ospiti: perde palla Nessenzia, Cocchetto dal dischetto può freddare Del Prete e coglie invece un legno esterno.  Si spaurisce la Canottieri, reagisce con Dal Farra, tra luci e ombre comunque tra i più attivi in biancoblù: è un tre contro due, Reolon-Sitran e appunto Dal Farra, altro legno. Da fuori Reolon, poco alla fine. Ma non pochissimo: e comunque sufficiente per l’autogol del vantaggio firmato Nessenzia. E ancora, quasi sulla sirena, e ancora Del Prete che non va in tilt sul flipper pinnato da Laino: tunnel Spes, vantaggio meritato per gli uomini di Peruzzetto. Ripiglia bene il match però il quintetto di Bortolini ( squalificato, in panca c’è il vice Capalbo), imponendosi ad inizio ripresa ma non trovando concretezza e risoluzione. Clamoroso al minuto due: palombella di Mati Florez sulla traversa, arriva di gran carriera Dal Farra, chiude da gran campione De Crescenzo. Berti in serpentina infine libera al tiro capitan Reolon al quarto: ancora De Crescenzo, che poi dice ancora la sua tutto d’istinto sul geniale controrimbalzo di Nessenzia. Non bastasse l’estremo brasiliano in gran serata, ci pensa Correa a metter fuori specchio la punta bassa di Dal Farra al sesto. Finchè, e giustamente, Sitran non s’insinua nella difesa Miti e fredda De Crescenzo sul palo lungo ad incrociare: uno a uno, e a questo punto la Canottieri si dispone per cercare il raddoppio. Ed è anche fortunata, inizialmente, perché subirebbe un gol dei suoi se Del Prete non ponesse rimedio, a meno di un minuto dal pareggio, all’errata valutazione di Dal Farra che liberava in posizione panoramica Laino. Proprio Dal Farra al dodicesimo mette una gran palla sottoporta per Reolon: il capitano a colpo sicuro spara alla sagoma di De Crescenzo. Arriva il quinto fallo, su Dal Farra, ma non ha modo per godersi l’abbrivio psicologico la Canottieri, che va in pari anche di falli di lì a pochissimo by Mati Florez.  Un gol deve arrivare, le occasioni ci sono state e buone: e Paz firma gol e vittoria, lasciando sul posto Boso e mettendola secca sotto la traversa. Quando Reolon va di movimento manca ancora un minuto e mezzo ma l’aria che tira è quella della resa: Vicinalis batte Canottieri due a uno.

I commenti sono chiusi.