Giesse Canottieri BL Vs Città di Mestre 5-4

Ninetto 23 febbraio 2019 Commenti disabilitati su Giesse Canottieri BL Vs Città di Mestre 5-4
Giesse Canottieri BL Vs Città di Mestre 5-4

Canottieri: Alberto, Brancher, Sitran, Dell’Andrea, Savi, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, De Battista, El Orabi, Mati Florez, Dalla Libera.  All: Alessio Bortolini

Mestre: Favretto, Scandagliato, Bordignon, Biancato, Franceschini, Laino Guimares, Vettore, Digao, Camilla, Gastaldello, Zakouni, Tiozzo.  All: Michele Frizziero

Arbitri: Zingariello di Prato, Mosconi di Cesena. Crono Fedrigo di Pordenone.

Reti: PT 4′ 57 Vettore, 6′ 48 El Orabi (BL) .  ST  0′ 46 El Orabi (BL), 2′ 42 Mati Florez (BL), 7′ 02 Laino Guimares, 11′ 48 Vettore, 16’32 Sitran (BL), 19’38 Nessenzia (BL), 19′ 58 Bordignon.

Note: Ammoniti Mati Florez per Belluno; Biancato e Franceschini per Mestre. Al minuto 1′ 49  delle ripresa  espulso Biancato per somma di ammonizioni. 

Photo © DallaLibera

Canottieri-Mestre, da sempre match combattuto ed in equilibrio. Lo testimoniano gli ultimi tre incontri tra le franchigie, tutti e tre finiti in parità. Sabato alla Spes la spunta la Canottieri per maggior fame: gran bella partita, premiata da spalti discretamente gremiti e da buon gioco in campo. Assenze pesanti, Orsi e Chaoui da una parte, Digao dall’altra (entrerà pochi minuti a rafforzare il movimento lagunare la stella carioca). Al via, Dal Farra e Nessenzia subito petillanti, Biancato a sinistra in potenzialmente letale progressione ma fermato dall’arbitro. Minuto due: Mati Florez per Dal Farra, Favretto inaugura un monumentale apresmidi in destra Piave. Ripartenza pericolosa innescata proprio da lui, Vettore va via con Franceschini e deposita  l’ uno a zero, siamo più o meno al quinto, quasi di seguito Zakouni da sinistra incrocia non distante dal palo. El Orabi scalda i motori, dirà e a voce alta la sua nell’economia del match con due gol e cose belle: intorno al settimo quasi imbroglia sottogabbia Favretto, un attimo dopo con mezzo scavo e con bravura pareggia i conti dall’estrema destra. Sale la Canottieri, sale El Orabi: bella per Savi, altrettanto bella la girata del cinque di Soverzene, paratona di Favretto. Savi ci riprova, non va, gagliarda la sua gara. Minuto otto: punizione di El Orabi, vicino al palo para Scandagliato. Clamoroso: Savi per Sitran con diagonale categorico, Favretto davvero si supera.  E’ sempre Savi che al nono blocca sul nascere un possibile 3vs2, Sitran sulla ripartenza ci riprova, fa tutto giusto, macchè, Favretto di guantone cava via il puck. Alberto sistema le cose su Vettore, siamo al decimo, sulla transizione larga la punta di capitan Reolon, alta poi quella col tempo giusto di Bordignon.  Tredicesimo, sempre ficcante in ripartenza il Belluno, non combinano Dal Farra e Mati Florez. Pericolosa la comunicazione Bordignon-Camilla, con il giovane veneziano che rimane compresso tra le maglie biancoblù.  Occasione netta, ancora Canottieri: El Orabi giusta per Reolon, di sagoma Favretto, non concedono il bis per poco  Franceschini-Vettore, l’ultima azione del tempo è sull’asse Dal Farra-Mati Florez. Ripresa, subito Canottieri ad alzare i colpi. El Orabi grintoso ribadisce in rete la respinta sulla conclusione di Mati Florez, Belluno avanti, Alberto non fa pareggiare Zakouni, non sono passati nemmeno due minuti della ripresa che la terna arbitrale rigialla Biancato che lascia il campo: occorre meno di un minuto a Mati Florez per concretizzare il powerplay e portare i suoi sul doppio vantaggio. Sembra mettersi bene per la Canottieri, il Mestre ha subìto il colpo dell’espulsione e del 3 a 1, potrebbe essere quello del ko, anche perché El Orabi a destra è davvero spumeggiante, la Canottieri sembra in controllo ma no, figurarsi, al settimo il tocco al volo di Laino supera Alberto e riapre la contesa. Trema la Spes, sale di movimento Favretto, Zakouni fa tremare il palo. Sitran dà la carica ai suoi, a fil di palo la sua conclusione in caduta all’undicesimo, dieci secondi dopo arriva il tapin di Vettore sulla boccia di Gastaldello respinta da Alberto: tre pari, gelo alla Spes. Ma i Canottieri ci sono, non si perdono d’animo nemmeno un momento: Franceschini sbroglia una situazione scabrosissima davanti a Favretto, dal corner il volo di Sitran sarebbe destinato in fondo alla rete se l’estremo brasiliano non si allungasse fin all’angolino basso. Sedicesimo: eccolo Sitran, finalmente premiato dal gol. Zakouni di movimento: ultimo minuti da thrilling oscarabile, occasioni per il Mestre, davanti alla gabbia Digao e Zakouni hanno le palle buone da metter dentro. Ultimo giro, fallo su Dal Farra, è il sesto, dalla lunetta Nessenzia ma niente, Favretto è sempre lì, e allora il sette platino Canottieri il gol se lo inventa, a ventidue secondi dalla fine, ed è il gol della vittoria: non si sa come né perché, passata la mediana a destra scaglia una sassata anch’essa valida per la statuetta al dolbytheatre. Cinque a tre, indomito il Mestre che trova quasi sulla sirena con Bordignon l’ultimo gol di un grande match. Clamoroso dalla Spes: Canottieri batte Mestre 5 a  4,  la salvezza per i Giesse è ancora lì. 

I commenti sono chiusi.