Giesse Canottieri BL – Futsal Atesina 5-2

Ninetto 9 febbraio 2019 1
Giesse Canottieri BL – Futsal Atesina 5-2

Canottieri: Alberto, Brancher, De Battista, Savi, Reolon, Dal Farra, Saviane, Zatta, Nessenzia, Mati Florez, Chaoui, Dalla Libera.  All: Alessio Bortolini

Atesina: Evandro Barros, Nussbaumer, Fraccaroli, Salvador, Juan Moreno, Scarduelli, Kike Rodriguez, Perri, Tutilo, Cecchin, Kadiou.  all: Christian Gozzer

Arbitri: Faiella di Castellammare di Stabia, Martinelli di Sesto San Giovanni. Crono Ianese di Belluno. 

Reti: PT 6′ 27 Chaoui, 8′ 46 Mati Florez, 17′ 02  Tutilo (FA), 17′ 36 Savi, 17′ 59 Tutilo (FA). 19′ 41 Nessenzia.   ST 14′ 04 Nessenzia. 

Note: ammoniti Dal Farra per Belluno; Perri, Barros e Kike Rodriguez per Atesina. 

foto @Andrea Dalla Libera

 

Tre punti in palio, forse molto di più, per tutte e due le squadre, Canottieri e Atesina, nessuna delle due con la cera di chi rischia di retrocedere. Ai Canottieri, mancanti di pezzi importanti come Orsi e Sitran nonché dell’ultimo arrivato El Orabi, giova la lineaverde Savi-Chaoui, nonché l’impegno profuso senza calcoli dai suoi senatori.  Startappano Alberto, Reolon, Savi, Dal Farra e Nessenzia: è Savi subito in ripiegamento a occultare Fraccaroli, dal corner che ne scaturisce fa le prove di volo Tutilo. Ancora Savi, al due e mezzo, scaglia il primo bolide di giornata dalle parti di Barros, alto. Reolon ha una palla matta, al terzo, e rischia di punire oltremodo la gita fuoriporta di Barros: l’occasionissima che sveglia il match è per Scarduelli, minuto cinque,  incrocio dei pali. Chaoui entra in gioco, eccome: discesa dalla mediana e stecca dalla distanza che fulmina imprendibile al sette basso Barros, uno a zero. Ha la boccia per il raddoppio Dal Farra, sulla gran palla rubata (e sa il dio del cuoio a rimbalzo controllato come stoppata, in che modo) da capitan Reolon, Evandro Barros ci mette la faccia, a dire il vero la fronte. Ma i Canottieri alzano i colpi, siamo all’ottavo: punta di Brancher a sorpresa, Barros respinge, Mati Florez raccoglie e insacca, due a zero. Reazione Atesina: Alberto in uscita chiude su Kike Rodriguez, spingono i bolzanini ma la Giesse difende con ordine e trova buone uscite al pressing ospite. Larga al quindicesimo la girata di Fraccaroli, Nessenzia quasi sull’assist di Alberto, in ripartenza con Reolon, l’ultimo passaggio è troppo indietro. Nessenzia ancora, e due volte, respinto da Barros e da Salvador.  Dal Farra mette il turbo e sguscia via come un’anguilla, quinto fallo Atesina quando mancano tre e quarantadue. Nondimeno, sale in cattedra Tutilo, nel terz’ultimo giro di lancette, tre gol dal 2’58 al 2’01, due di Tutilo, uno con una perentoria schiacciata al volo dal corner di Perri e uno che sorprende Alberto da posizione defilata; in mezzo, Savi, che capitalizza la superpalla di Dal Farra liberatosi da par suo sulla sinistra. Ultimo giro di lancette prima del riposo: sesto fallo Atesina, Nessenzia, che sia lunetta del libero o del rigore, non fa sconti: quattro a due, ci si attende una ripresa rocambolesca piena di gol ma così non sarà. A testa bassa l’Atesina, di rilancio la Canottieri che con Dal Farra e Chaoui trova delle conclusioni fuori non di molto. Tutilo, quasi al quarto, tenta la fotocopia del primo gol, sulla sua conclusione al volo Alberto è ben appostato. Ancora Alberto al quinto, resta in piedi fino all’ultimo e respinge sul tiro di Kike, di lì a pochi secondi l’occasione per meglio sigillare il match ce l’ha Mati Florez: la sua hesitation è tànghera a due passi dalla riga sull’intuizione di Reolon. Un altro match-ball capita a Dal Farra, quasi al settimo, ma lo chiude di sagoma Barros. Sempre Dal Farra, palla d’interesse sempre dalla sinistra, nel mucchio Brancher non trova la finalizzazione. Minuto undici: do di petto di Alberto, su Salvador, passa poco e arriva il quinto fallo canottiere: ci si appresta a soffrire, ma torna il sorriso dalle parti della panchina di Bortolini quando Chaoui dalla destra mette lì una palla semplicemente monumentale per Nessenzia, che ringrazia, insacca e fa doppietta. Tutilo-Alberto, la sfida continua, Salvador spara alto da buonissima posizione, siamo al quindicesimo. Mancano cinque minuti, la Canottieri tiene, anche con un po’ di buona sorte come al diciassettesimo, quando la sfortuna, o se si preferisce nell’ordine Alberto e il palo, dicono di no a Rodriguez. Evandro Barros è da un po’ che è salito di movimento, ha un’occasione sul secondo palo che non riesce a chiudere quando mancano due minuti e mezzo. I tre gol di scarto sono un divario che i Canottieri riusciranno mentalmente a gestire bene: a sei secondi dalla fine, l’infrazione che costa il giallo a Dal Farra manda in lunetta Tutilo, Alberto lo sconsiglia dal fare tripletta, finisce cinque a due per la Giesse.

One Comment »

  1. zanzibar 11 febbraio 2019 alle 7:33 am - Reply

    Nino Modric, dovresti andare a insegnare giornalismo.

Leave A Response »