Giesse Canottieri BL – Miti Vicinalis 0-1

Ninetto 6 aprile 2019 Commenti disabilitati su Giesse Canottieri BL – Miti Vicinalis 0-1
Giesse Canottieri BL – Miti Vicinalis 0-1

Canottieri: Alberto, Brancher, Sitran, Davare, Savi, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, Mati Florez, De Battista, El Orabi, Dalla Libera.  All: Alessio Bortolini

Vicinalis: Silvestrin, Zecchinello, Wade, Amano, Ennas, Dominioni, Cescon, Correa, Osmani, M. Zaia, F.Zaia, Mabchor.  All: Alessandro Peruzzetto

Arbitri: Sommese di Lecco, Prekaj di Treviglio. Crono Barracano di Treviso.

Reti: PT  7′ 50 Cescon. 

Note: ammoniti Savi, Alberto, El Orabi, Nessenzia per Belluno; Correa e Zecchinello per Miti. 

Non arriva la vittoria, ma uno zero-uno che va strettino ai Canottieri: migliore in campo è Silvestrin, che para tutto quello che passa dalle sue parti, aiutato in discreta quota dalla poca lucidità sottoporta degli avanti biancoblù. Come al minuto due: Nessenzia ruba palla un paio di volte, la mette per Mati Florez che, a porta spalancata, mira al palo. Prima azione pericolosa Miti al quarto: super Zecchinello, riceve Dominioni, El Orabi  la spazza fuori dallo specchio. Silvestrin comincia a incorniciare il suo pomeriggio alla Spes già dal settimo, la paratona su Mati Florez è considerevole. Di seguito punizione El Orabi, di sagoma l’estremo ospite. Sulla prima distrazione difensiva bellunese arriva l’unico gol del match: quasi all’ottavo, Dal Farra non libera, Cescon non se lo fa dire due volte e insacca. Canottieri, subito: grande azione sull’asse Savi-Dal Farra, di tacco il cinque di Soverzene libera magnificamente il rimorchione con stecca di Dal Farra, traversa alta. Rispondono i Miti: bella girata da sinistra di Ennas, fuori. Al dodicesimo la Canottieri rischia di pagare cara un’altra disattenzione: lo schema da calcio d’angolo non riesce proprio per niente, anzi ripartono gli ospiti, Dominioni per Amano, palo internissimo. Tredicesimo: bello di stile il dribbling di Nessenzia, meno la conclusione.Mati Florez e El Orabi ad alto voltaggio, siamo al quattordicesimo, ma la palla è, clamorosamente, fuori.  Buone idee per il Belluno, ma pochi risultati: sul blocco a centro area di Reolon al sedicesimo cerca il guizzo balistico Brancher, in seguito Silvestrin vola al sette alto e caccia via la boccia messa bene da El Orabi. Ultimi ottanta secondi: punizione Canottieri, blocco, anzi fallo a detta della terna, è il sesto, Dominioni in lunetta, quarto legno del primo tempo. Che non finisce però lì: Mati Florez, sull’assist ancora di Nessenzia, ribissa la mangiata, poi sulla sirena conserva per bene un pallone sull’estrema destra, mette indietro giusta per Nessenzia, sbuca dall’altro palo Silvestrin, miracolo e morta là. Ripresa: subito Nessenzia, si libera bene a sinistra, ma mira ancora così così. Al terzo conclusione di Correa carambolata, Alberto chiude sul suo palo e su Ennas. Ancora Mati Florez a flirtare col gol: quarto minuto, punta di El Orabi contrastata, Mati è al punto giusto ma la sua deviazione va alle stelle. C’è un intervento da par suo di Alberto sul tentativo di palombella firmato capitan Zecchinello, ma c’è soprattutto Canottieri. C’è un grande Silvestrin su Reolon, c’è forse un rigore per placcaggio su Dal Farra, c’è l’espulsione del medico sociale Nicolini, c’è di clamoroso all’ottavo che la palla non entra tra il tiro di Dal Farra ed il tapin di tacco di Savi: c’è anche, proprio allo scadere, la palla per il meritato pareggio, lì davanti alla riga, ma El Orabi con troppa foga la manda sopra la traversa. Finisce così, zero a uno: la Canottieri con la terza di classifica gioca un buon match, ma oggi non basta.

I commenti sono chiusi.