Kanguro Sedico – Giesse Canottieri BL 3-3

Ninetto 20 gennaio 2019 2
Kanguro Sedico – Giesse Canottieri BL 3-3

Sedico: De Longhi, Dal Pont, Taliercio, El Johari, Bottega, Xavier, Crescenzo, Zanvettor, Rajo Farhan, Mazzucco, Viel, Lago.  All: De Francesch

Belluno: Alberto, Brancher, Sitran, Chaoui, Savi, Reolon, De Battista, Nessenzia, El Orabi, Mati Florez, Dalla Libera.  All: Bortolini

Arbitri: Calenzo di Formia, Moro di Latina. Crono Dalla Costa di Schio. 

Reti: PT 3′ 37 Dal Farra (BL), 5′ 22 Rajo Farhan, 6′ 32 Taliercio, 9′ 53 Xavier.  ST 10′ 09 Mati Florez (BL), 19′ 42 Nessenzia. 

Note: Ammoniti Crescenzo e Taliercio per Sedico. 

 

photo: © Andrea Dalla Libera

Derby e ics: niente di più facile, niente di meno scontato. Partita non bella, ma che ugualmente brividi ed emozioni ne dispensa. A partire da subito: Nessenzia dopo venti secondi si è già involato a destra, sull’uscita di De Longhi incrocia extralarge. Canottieri pericolosa: Nessenzia sempre ad imbeccare su punizione Reolon, De Longhi chiude sul palo. Tocca a Reolon chiudere in scivolata sul primo Xavier di giornata al terzo, e di lì a poco dal Farra dalla distanza uccella De Longhi che para ma non trattiene.  Sembra mettersi bene per i biancoblù, dal verso giusto l’approccio alla prima frazione che faccia dimenticare in fretta il primo tempo performato alla Spes all’andata. Macchè. In meno di cinque minuti arrivano tre sberloni versione Madrid con Dune Buggy: il primo è un furto perpetrato da Farhan ai danni di Mati Florez  che si ostina in orizzontale davanti alla gabbia malgrado la pressione di Xavier, il secondo una perentoria conclusione di Taliercio su palla sbucata fortunosa all’altezza del libero. Sul tre a uno l’infortunio capita ad Alberto: la conclusione di Xavier è davvero da casa sua, nondimeno il dieci di casa riesce a  siglare una rete che, a metà primo tempo, getta i Canottieri nello sconforto più nero. O forse no: Savi, caparbio, girata sul palo di sostegno. Ma pericoloso dalla distanza Taliercio: pallonetto che si stampa sulla parte alta della traversa. Dodicesimo: Reolon, bella sleppa, fuori di poco. El Orabi, positiva senza meno la sua gara, prova ad alzare il ritmo: ma le cose più dangerose capitano dalle parti di Alberto, impegnato da Crescenzo al sedicesimo e da un doppio Xavier al diciottesimo. Su El Orabi decisivo De Longhi in uscita, il Sedico si carica il quinto fallo sull’ultimo giro di lancetta, ma è tardi per tutto. Ripresa: El Orabi, subito, cerca banda larga per Mati, intercettato, ci ritenta due minuti dopo, siamo al quarto, controllo niente male dell’argentino, controlla anche De Longhi. Minuto sei: eccesso di promiscuità a centrocampo Dal Farra-Reolon, se ne viene via Xavier, Alberto con freddezza da campione gli allunga la gita fuoriporta. Ci provano Reolon, ci prova Nessenzia: imbastisce meglio adesso la Canottieri, ma non abbastanza. Tanto che Bortolini manda Savi di movimento, e fa bene come al solito. Venticinque secondi, Mati Florez molla là Taliercio e trova dall’estrema destra una traiettoria al curaro tra palo e portiere: tre a due, il vento gira adesso, e spinge i Canottieri. Anche se al sedicesimo ci vorrà tutto l’istinto di Alberto per ovviare alla girata secca di El Johari, il pallino rimane senza altri patemi nelle mani dei bellunesi, finchè a poco dalla fine El Orabi va via a tutta birra, scarta lo scartabile, Taliercio lo falcia dentro l’area, rigore. Il Nessenzia che va sul dischetto è algido come una Nemesi: bomba sotto la traversa, tre a tre. Pochi secondi, Xavier è l’ultimo dei suoi ad arrendersi: ma finisce così, in pareggio, risultato infine giusto. La Canottieri continua ad essere, dal fondo della classifica, la squadra che, insieme all’invitta Imolese, ha subito il minor numero di gol.

2 Comments »

  1. zanzibar 21 gennaio 2019 alle 6:32 pm - Reply

    Impeccabile come sempre, Nino.

  2. Ninetto 28 gennaio 2019 alle 9:53 am - Reply

    più Massimo per tutti.

Leave A Response »