Miti Vicinalis – Canottieri Belluno 2-4

Ninetto 7 maggio 2022 Commenti disabilitati su Miti Vicinalis – Canottieri Belluno 2-4
Miti Vicinalis – Canottieri Belluno 2-4

Miti: De Crescenzo, Vendrame, Otero, Wade, Genovese, Laino, De Zen, Lahaye, Machbor, Zuliani, Cescon, Silvestrin.  All: Peruzzetto

Canottieri: Dalla Libera, Di Donato, Bardini, Savi, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, Robinho, De Battista, Gheno, Dall’Ò, Del Prete.  All: Bortolini

Arbitri: Romano di Salerno, Granata di Sala Consilina. Crono Mariano di Mestre. 

Reti: PT 8′ 33 Reolon, 16′ 50 Bardini.  ST 10′ 48 De Zen (MV), 19′ 27 Robinho, 19′ 40 Gheno, 19′ 58 Lahaye (MV). 

Note: Ammoniti Otero, Laino e Silvestrin per Miti; Nessenzia, Robinho e Calvi per Canottieri. 

Chiude bene questa lunga stagione la Canottieri Belluno, presentandosi al PalaVazzola per l’ultima di Campionato nelle vesti di possibile ago della bilancia in chiave playout per i Miti: va in scena un match tirato, di buon agonismo, nel quale la Canottieri trova bel gioco e geometrie, nonché una vittoria che pone i bellunesi di Alessio Bortolini (oggi guidati da Luca Moi stante la squalifica dell’Arsene Wenger dolomitico) saldamente sul sesto gradino del podio. Scenderanno in campo tutti i dodici Canottieri  in lista: al via, Del Prete tra i pali da una parte, De Crescenzo dall’altra, sarà il bellunese a compiere il primo intervento importante del match sul tiro di punizione del  francese Lahaye dopo un minuto e mezzo. Entra in partita anche De Crescenzo, la botta è di Robinho. Sempre Lahaye non riesce al terzo ad ottimizzare un lungo lancio dalle retrovie, ci pensa Dal Farra, tra i migliori in campo. Girata debole di Dall’Ò pochi attimi prima che Reolon, servito d’esterno dallo stesso Dall’Ò, a tu per tu con De Crescenzo infili l’uno a zero. Tiri dalla distanza, Dal Farra e De Zen, fuori, entra Di Donato e gioca del bel tempo in buon ordine, il giro palla Canottieri funziona e tiene lontani i guai almeno fino al sedicesimo, quando Del Prete dice di no a Cescon. Minuto quasi diciassette: Nessenzia e De Crescenzo giocano a rimpiattino, la palla arriva a Bardini lì a sinistra che la incrocia bassa, due a zero Canottieri. Punizione Miti, Laino va alto, punizione Canottieri, Nessenzia va fuori, Del Prete blocca a terra la sortita di De Zen, fine primo tempo, 0-2. Ripresa: Silvestrin tra i pali, portiere ultraperformante con il biancoblù di fronte, ed anche oggi si confermerà, protagonista di personale shout-out. Brecca subito Nessenzia, Silvestrin in anticipo. È partita di gran carriera la ripresa, Dalla Libera alza di piede la bella punizione  di Lahaye. E ancora, l’estremo bellunese sulla girata di De Zen. Occasionissima per il 3 a 0 dolomitico al nono, Robinho solo davanti a Silvestrin alza troppo il pallonetto. Di là, Dalla Libera rintuzza in corner su Genovese, dall’angolo carambole e ribattuta, infine De Zen infila basso e suona la carica per i suoi. Dodicesimo, combinano Nessenzia e Robinho, alza Silvestrin, che poco dopo disinnesca Savi con sollecito anticipo. Savi salva sull’imbucata giusta di Lahaye per Otero, Dalla Libera chiude in uscita su Genovese, intanto siamo arrivati a meno di tre minuti dalla fine e Perruzzetto spedisce proprio Genovese di movimento; subito, doppio San Dalla Libera, De Battista entra a fare ordine sul movimento biancorosso, prima Robinho infila Wade poi Gheno infila da centrocampo la porta sguarnita, sul penultimo secondo Lahaye firma una meritata segnatura personale, Canottieri batte Miti Vicinalis 4 a 2.  

I commenti sono chiusi.