Palmanova-Canottieri Belluno 4-7

Ninetto 18 gennaio 2020 0
Palmanova-Canottieri Belluno 4-7

Palmanova: Baloh, Besic, Fongione, Sestili, Cirulli, Dimarch, Contin, Sluga, Langella, Bozic, Bearzi, Fanigliulo.  All: Giuseppe Criscuolo

Belluno: Dalla Libera, Brancher, Dall’Ò, Godson, Savi, Reolon, Di Donato, Laforgia, De Battista, Rui Costella, Moreno, Del Prete.  All: Alessio Bortolini

Arbitri: Sferrella di Pescara, Levati di Trento. Crono Angelo di Gradisca. 

Reti: PT 4′ 21 Brancher (BL), 7′ 49 Besic, 8’13 Moreno (BL), 8′ 38 Contin, 14′ 53 Bearzi, 18′ 30 Savi (BL).  ST 4′ 08 Brancher (BL), 5′ 15 e 10′ 39 Moreno (BL), 16′ 14 Brancher (BL), 17′ 02 Baloh. 

Note: ammoniti Bearzi, Besic e Langella per Palmanova; Brancher, Rui Costella e Moreno per Belluno. 

foto©DallaLibera

Sei punti: Brancher bissa la feroce performance col Cornedo, Juan Moreno fa fare sogni pericolosi alla dirigenza di via degli Agricoltori. A tutta la squadra, Bortolini chiede lacrime e sangue, e viene ascoltato. Tra i pali Dalla Libera si farà tutto il pomeriggio al Bruseschi: gli toglie la lode forse solo  il gol di Bearzi al quindicesimo, dove la palla prende però anche un giro strano, il voto in pagella rimane altissimo per il novantanove biancoblù. Brancher, subito, accende la santabarbara: un paio di prove, poi il gol, con bomba in diagonale che fulmina Baloh. E quasi raddoppio, siamo al quinto, tra Brancher da terra e Reolon. Primi fuochi Bipan, è Bozic che in slot centrale impegna Dalla Libera, capitolerà il portiere bellunese sulla conclusione dello slavo al settimo giusta all’angolino basso. Squadre a viso aperto, poca tattica e molta gamba: Juan Moreno, son passati venti e rotti secondi dal gol di Besic, sull’assistenza di Rui Costella segna il suo primo gol canottiere. Non da meno Contin, i secondi sono sempre una ventina, che riporta in parità la faccenda con una irresistibile azione personale extralusso.  Decimo: girata di Brancher, Baloh è più che pronto, di mezzo volo combinano bene Besic-Langella-Dimarch, siamo a metà del primo parziale e si è visto già di tutto. A testa bassa il Palmanova, adesso col pallino del gioco: girata di Dimarch, sul fondo, dalla distanza Langella, attento Dalla Libera. Dodicesimo, e per poco non si ottimizza la combinazione tra i Moreno, Juan e Reolon. Dalla Libera la caccia alta sulla bombarda di Bozic poco prima di subire la rete di Bearzi, con palla intercettata dall’ estremo ma che finisce in fondo al sacco. Il vantaggio premia il miglior momento dei padroni di casa, Dalla Libera deve ricorrere ad un riflesso super per dire di no a Contin al diciottesimo. Però c’è Savi: non al massimo della forma ma caparbio al suo solito, rifila una sleppa da fuori che Baloh può solo guardare, tre pari e fine primo tempo. Ripresa: Dalla Libera su Besic, Baloh unocontrouno con Brancher ha la meglio, sempre Brancher ‘sto giro con Reolon -partita tutta di abnegazione da marine la sua-, uno due col capitano che per poco non arriva al rendez-vous. Ci sono un paio di occasioni per il Palmanova pochi secondi prima che Brancher col biturbo inneschi il break che deciderà la gara, un minuto e Juan Moreno allunga perentorio, assistenza stavolta quasi dall’altezza del corner di Savi. E Dalla Libera lo custodisce, questo doppio vantaggio, perché il Palmanova si butta avanti rabbioso, e allora eccolo prodursi in volo libero su Besic e pressocchè miracoloso al settimo su Dimarch; cosicchè, quando al nono Juan Moreno gira a rete al volo direttamente dal suo lungo rinvio, la distanza tra Canottieri e Palmanova sale a tre.  Super anche Baloh su Reolon lì sul primo palo, solo il legno nega poi l’esordio in tabellino del duemilatrè Dall’Ò. Dimarch dei suoi è quello che ne ha di più adesso, ma ne ha anche Dalla Libera, in bello stile. Col passare del tempo sembra sfiduciarsi il quintetto di casa, che ha dato fondo alle sue energie; Bortolini pensa pro domo sua, altrettanto stanchi sono i suoi e risicate le rotazioni, la legge bene e scrive sulla lavagna un cinque col movimento: ci va Savi, darà una gran mano De Battista, il match rimane in ghiacciaia fino al sedicesimo, Dalla Libera salva su Contin e poi Brancher (sempre Savi in regìa) firma la sua tripletta e chiude in sostanza il match. Fino alla fine il Palmanova con tuto quello che ha, in ripartenza pericoloso de Battista ma Baloh non abbocca al suo tocco sotto, l’estremo di casa firmerà il quattro a sette su punizione dal limite al diciassettesimo.  Partita equilibrata, buono spettacolo offerto dalle due squadre: decide tutto  il break Canottieri al quinto della ripresa.

Leave A Response »