Rotal Five Mezzolombardo – Canottieri Belluno 4-5

Ninetto 4 marzo 2017 Commenti disabilitati su Rotal Five Mezzolombardo – Canottieri Belluno 4-5
Rotal Five Mezzolombardo – Canottieri Belluno 4-5

Mezzolombardo: Kadiou, Stech, Corrà, Nuri, Lanciano, Fratacci, Schlagenauf, Scalet, Bazzanella, Frizzera, Tessadri, Rossi.  All: Giuseppe Saiani

Belluno: Zampieri, Brancher, Melame, De Battista, Reolon, Orsi, Dal Farra, Boso, Zago, Boaretto, Mati Florez, Del Prete.  All: Alessio Bortolini

Arbitri: De Ninno di Foggia, Zanchi di Lovere. Crono Chini di Trento.

Reti: PT 3′ 37 autogol Nuri, 5′ 08 Schlagenauf, 11′ 56 Scalet, 12′ 14 Bazzanella, 16′ 29 Mati Florez (BL).  ST 3′ 10 Mati Florez (BL), 6′ 50 Reolon (BL), 16′ 40 Zago (BL), 18′ 48 Scalet.

Note: Ammoniti Zago e Mati Florez per Belluno. 

Si comincia a Besenello festeggiando Andrea Scalet e i suoi cento match nella serie cadetta. E il trentino classe ottantotto festeggia con una doppietta, ed il suo gol a settantadue secondi dalla fine riapre di fatto per l’ennesima volta una partita che fino alla sirena rimane là, sospesa. La stappa Reolon, dopo tre minuti e mezzo, dall’angolo mira alla sagoma di Nuri, l’albanese vede rotolare la boccia nella sua di porta, uno a zero Belluno. Subito capitan Fratacci, in due tempi ci mette la pezza Zampieri, con incertezza che costa un brivido al quinto sul tiro di Scalet. Il pareggio è nei paraggi: Nuri dal corner sottogabbia per Schlagenauf. Ancora Mezzolombardo: minuto sei, sempre da corner la palla di Scalet trova una deviazione di Mati Florez che Zampieri annulla d’istinto. Allegeriscono in avanti Reolon  e Dal Farra, Kadiou è pronto a parare e quando non lo è, come al decimo su Boaretto, la sua difesa fa un muro egregio. E così a mettere la freccia sono i padroni di casa: tocca a Scalet, sulla sua prima conclusione respinge Orsi, sulla seconda no perché la mette lì all’angolino. Diciotto secondi, nella migliore tradizione dei blackout dolomitici biancoblù: Tessadri e para Zampieri, Scalet e para Zampieri, Bazzanella ed è gol, tre a uno. La Canottieri è costernata, ma in vena: subito Reolon, sulla sua girata è determinante Kadiou, così come poco dopo in uscita su Mati Florez. L’argentino al sedicesimo però non perdona. L’assist di Dal Farra è quello giusto, due a tre e pareggio nel mirino; potrebbe arrivare già sul finale di tempo, anche perché Dal Farra sale in regìa e ne combina davvero delle belle. Ripresa: Zago, autore di un primo tempo così così, entra nella ripresa e la spacca: tre legni tre nei primi tre minuti, Zagol è incontenibile. Il gol però lo fa Mati, introducing Melame ( e ancora una prova convincente, e bei minuti per l’ex Ponte ). L’abbrivio sembra favorire la navigazione dei Canottieri: Boaretto, di piede al quarto sempre pronto Kadiou, che infine capitola, dopo un bel po’ di interventi ineccepibili, sul tiro dalla distanza di Reolon con finta di Mati Florez che lo beffa. Belluno avanti, ma solo di uno: all’ottavo arriva in anticipo Fratacci sul secondo palo di Schlagenauf, , dall’altra l’occasione buona e per Melame. Pericolosa anche la punizione battuta dal Mezzolombardo al dodicesimo, Zampieri al sedicesimo salva in uscita su Bazzanella la rete e il vantaggio. Ha un ricordo ancora vivo di Manzano, il quintetto di Bortolini: e così, quando arriva il sesto fallo dei padroni di casa ed in lunetta ci va Zago, la palla che squassa la gabbia di Kadiou è accompagnata da un urlo liberatorio che scaccia i brutti pensieri. Che ritornano, però: Mati Florez ha appena attentato di deviazione alla gabbia di Zampieri, dal corner e dalla distanza Scalet riporta i suoi in partita. E fino alla fine: Zampieri ci mette del suo, la stanchezza fa il resto, e tanto basta. Canottieri batte Rotal Five cinque a quattro.

I commenti sono chiusi.