Under 21 Miti Vicinalis-Canottieri Sedico 5-1

Ninetto 20 febbraio 2017 Commenti disabilitati su Under 21 Miti Vicinalis-Canottieri Sedico 5-1
Under 21 Miti Vicinalis-Canottieri Sedico 5-1

Vicinalis: Lukaj, Pol, Fanton, Vidotto, Spano, Moretti, Perin, Cescon, Peruzza, Brugnera, Zecchinello, Mabchor.  All: Emiliano Marin

Sedico: Bertelle, Case, De Battista, Dell’Andrea, Savi, Casucci, Colombo, Viel, Roccon, De Biasi, De Angelis, De Poli.  All: Demis Marsango

Reti: PT 4’00 Vidotto, 9’15 Zecchinello.  ST  6′ 05 Perin, 6′ 23 Casucci (BL), 13′ 04 Vidotto, 16′ 48 Peruzza.

Il Vicinalis non è cosa per questa Canottieri: subito sotto di due a Vazzola il quintetto di Marsango reagisce e congela il risultato fin che può. Qualche bel movimento in uscita si vede, In ripartenza gli avanti biancoblù ci provano, ma senza concretezza e nemmeno fortuna. In cronaca: subito dopo l’uno-due d’inizio match i padroni di casa stanno per confezionare il terzo, sul servizio di Moretti la mangiata di Perin evita il peggio. Punizione di Zecchinello al minuto sedici: para Bertelle. Van via bene Savi e Case a un minuto e mezzo dalla sirena: sulla traversa alta si spegne il tentativo di quest’ultimo, il Vicinalis pareggia i legni al diciannovesimo con Vidotto. Ripresa: in quintetto Bertelle, Viel, Savi, De Battista e Colombo. Sul corner di Viel al secondo minuto va alta la conclusione di De Battista, dalla distanza risponde Zecchinello, Bertelle in spaccata. Colombo in fase difensiva fa valere la sua grinta, ma in transizione Perin riceve da Cescon e insacca imparabilmente per Bertelle. Entra Casucci, e porta un pò di aria nuova nella cucina dello chef Marsango: sulla bomba di Savi la respinta di Lukaj arride ai riflessi dell’agordino, uno a tre e coraggio. Anche se passano pochi secondi e Brugnera a porta spalancata grazia il Sedico sull’assistenza del solito Cescon. Ancora Casucci, al decimo: Savi lo mette giusto davanti a Lukaj, l’estremo albanese annulla il possibile due a tre. Ancora un palo, stavolta di Vidotto, fa da prologo al quattro a uno firmato di lì a un paio di giri di lancetta dall’ ex Fassina. Il match si richiude per la squadra bellunese: mancano ancora sette minuti, ma la partita non ha più molto da dire, se non riportare in cronaca l’incidente occorso a Savi che, clonando quanto accaduto poco prima a Casucci, arresta la sua cavalcata in fascia destra sul muro di fondocampo: botta al ginocchio, si vedrà.

I commenti sono chiusi.